Come è fatto un Miniescavatore? Vediamo insieme le caratteristiche.

Escavatore cingolato

Il miniescavatore è uno strumento indispensabile per l’attività di movimento terra, di indubbia utilità se affiancato ad attività che lavorano nel mondo dell’edilizia, del giardinaggio e nell’agricoltura.

Gli escavatori idraulici sono definiti dalla UNI EN 474-5:2012 come macchine semoventi a cingoli, a ruote o ad appoggi articolati, aventi una struttura superiore (torretta), normalmente in grado di ruotare di 360°, che supporta un braccio escavatore, progettate principalmente per scavare con una cucchiaia o una benna, senza muovere il carro durante il ciclo di lavoro. Andiamo a valutare gli escavatori ad appoggi articolati.

Gli escavatori cingolati possono essere di dimensioni molto variabili, con una gamma che parte da escavatori di grandi dimensioni fino a escavatori di piccolissime dimensioni; per gli escavatori gommati, la gamma dimensionale è leggermente meno ampia di quelli cingolati.

ESCAVATORE GOMMATO

ESCAVATORE CINGOLATO

Per effettuare lavori piuttosto semplici sia in edilizia che in agricoltura la scelta può ricadere sui miniescavatori che possono lavorare in spazi stretti e spesso anche all’interno degli edifici.

Romana Noleggi Group

Come è fatto un miniescavatore?

Ma vediamo come è fatto quali sono i punti di forza e di debolezza di questo utile strumento di lavoro per il movimento terra, iniziamo analizzandone la struttura, di seguito vi elenco quali sono le parti fondamentali del miniescavatore e quali sono le terminologie più importanti per descriverne il funzionamento:

• Chassis

Costituisce la scocca del mezzo ed è generalmente costituita da lamiera di acciaio o di leghe particolari unite a tubolari d’acciaio. Sullo Chassis vengono montate tutte le parti meccaniche ed elettroniche che costituiscono il miniescavatore.

 Il Motore

È il cuore pulsante del veicolo. Il motore del miniescavatore è in genere a scoppio e permette sia il movimento del mezzo che l’alimentazione del sistema idraulico, che sostiene il braccio e gli accessori.

• Il Braccio

Rappresenta una delle parti mobili principali ed è qui che vengono collegati la benna per lo scavo o eventuali accessori. Grazie ad un’articolazione e due snodi movimentati dal sistema di movimento idraulico  e meccanico è possibile pilotarlo in ogni direzione tramite i comandi di controllo.

• Il Carro

È il sistema meccanico collegato allo Chassis ed ai cingoli ed è movimentato dal motore. Il carro ha la funzionalità di trasferire la trazione ai cingoli facendoli muovere. Può essere fisso o variabile: Il carro fisso non può subire trasformazioni, mentre il carro variabile può essere allargato per conferire maggiore stabilità al mezzo, o ristretto per farlo passare in zone a difficile accesso.

• I Cingoli

Sono essenzialmente delle fasce dentate realizzate in una gomma particolare o in metallo. I cingoli stabiliscono la trazione con il terreno da parte del miniescavatore e grazie al particolare grip lo fanno muovere agevolmente anche su terreni impervi e fangosi.

• I Comandi

Sono costituiti da una serie di leve e bottoni utili alla movimentazione del mezzo. Tramite le lunghe leve di pilotaggio collegate a dei pedali è possibile muovere il carro del miniescavatore in ogni direzione, mentre tramite i joystick di pilotaggio è possibile muovere il braccio del miniescavatore.

• L’Aggancio accessori

È costituito dal perno di aggancio e dall’impianto idraulico supplementare, presente solo sui veicoli che hanno un peso ed una potenza sufficienti a supportarlo. L’aggancio permette di agganciare accessori come la Trinciarami, il Martello demolitore, la Trivella per miniescavatore ecc…

• Il Giro

È la parte sporgente posteriore del miniescavatore. Può essere in sagoma (detto girosagoma) quando la sua sporgenza massima non fuoriesce dai cingoli del mezzo. Al contrario, lo chiameremo fuorisagoma quando la parte posteriore dello Chassis supera la sporgenza massima dei cingoli.

• La Benna

Costituisce la parte meccanica che va a contatto con il terreno durante la fase di scavo. Generalmente è costituita da una lamiera di metallo dentata a forma di Cucchiaio e serve allo scavo e alla raccolta del materiale. Ad essere più precisi, ne esistono diversi tipi, ma le analizzeremo uno per uno qui di seguito.

• La Lama Apripista

È sostanzialmente una barra di metallo che può essere alzata o abbassata tramite un’apposita leva nell’escavatore. La lama apripista è utile, come dice la parola stessa, a muovere i detriti e aprire la pista per il movimento del mezzo.

Articoli correlati

Apri chat
1
Ti serve aiuto?
Salve, se hai domande siamo qui per te...